A Bisceglie nasce il PanSospiro, il dolce tipico rivisitato in chiave natalizia





PanSospiro (1)

Rigorosamente fatto a mano e ottenuto dalla fusione di due must della pasticceria italiana. A

Bisceglie per le festività natalizie nasce il PanSospiro, una creazione che sapientemente
intreccia il panettone milanese e il noto sospiro biscegliese in un mix di sapori e di profumi che
unisce il Belpaese. Ed è così che il tipico dolce lombardo in Puglia diventa al gusto di Sospiro,
indiscusso testimone di un’antica cultura gastronomica. È questa l’idea lanciata da AssoLocali,
l’associazione dei titolari di pizzerie, ristoranti, pub, pasticcerie e gelaterie della
Confcommercio di Bisceglie che propone per il Natale questo nuovo prodotto insieme ad
un’altra idea regalo: un box con cartellate al vincotto, panettone tradizionale biscegliese e dolci
tipici di mandorle.
“Vogliamo innanzitutto lanciare questa iniziativa per far conoscere i nostri prodotti tipici e
sperimentare anche nuove creazioni con la fusione di due protagonisti indiscussi della
pasticceria italiana. E poi così, a nostro modo, ci piace pensare positivo, nonostante tutto”,
spiega Tony Porcelli, direttore AssoLocali. “A causa dell’emergenza sanitaria altre idee che
avevamo in mente le abbiamo dovute bloccare mentre siamo andati avanti con questa iniziativa
dei box che invitano a trascorrere il Natale con la tradizione biscegliese. L’idea di immaginare
una rivisitazione in chiave natalizia del nostro amato Sospiro è partita dallo chef Gianni Lorusso
e da Rino Ventura, coordinatore delle pasticcerie, e ha trovato condivisione tra gli altri associati
di AssoLocali (i bar pasticcerie Garden, Meeting, Oriente, Paradise, Rondò, Chocolat e
Golden)”.
“Questo è un modo per promuovere il nostro territorio e il dolce tipico della nostra città ma
anche per provare a trascorrere le festività nel segno della tradizione. Noi non siamo abituati a
starcene con le mani in mano e con i nostri associati proviamo a creare sempre le condizioni per
incentivare lo sviluppo e la conoscenza, anche fuori, della Città di Bisceglie contando su quel
ritorno di immagine che il marketing turistico può dare. Ora non è il momento ma tornerà la
possibilità di viaggiare, di spostarsi e di vivere le nostre città e noi ci impegniamo per farci
trovare pronti, perché quel giorno prima o poi arriverà”, conclude Leo Carriera, direttore
Confcommercio Bari-Bat.

Commenti

Commenti


Condividi