ALTAMURA, QUESTIONE MIGRANTI: INTERVIENE L’ON. VENTRICELLI

migranti-6500

Negli ultimi giorni, sui social e per le strade di Altamura, si sta verificando un vero e proprio “assalto” alla crescita dei migranti in città. Luoghi comuni, offese o semplici pareri? La polemica sta dilagando.

L’ On. Liliana Ventricelli, deputata del Partito Democratico, affronta la questione dicendo: “Prima i bisognosi e per ultimo gli sciacalli. Questo l’appello che sento di lanciare a quelle persone che stanno diffondendo messaggi di panico ad Altamura per il prossimo arrivo di migranti, alimentando la paura di un’invasione. Il progetto Sprar siglato in accordo tra Anci e Ministero degli Interni – spiega Ventricelli – ha permesso una distribuzione più equa degli immigrati che arrivano sul nostro territorio (2,5 migranti ogni mille abitanti), con adesione su base volontaria da parte dei Comuni. Ad Altamura arriveranno circa 80 persone richiedenti asilo e rifugiati che dovranno essere integrate attraverso progetti utili a tutta la comunità. Ottanta persone in una città di 70.000 cittadini: gli altamurani sapranno accogliere chi scappa da una situazione di pericolo nel proprio Paese e non cederanno agli appelli di qualche politicante che guarda ad Altamura ed alla Murgia come feudo da conquistare e crede di speculare qualche voto alimentando la paura con la minaccia dell’invasione. Quasi tutto mi divide da questa amministrazione comunale ma garantisco il mio sostegno e la piena collaborazione in questa fase se si riterrà opportuno coinvolgere le istituzioni della città. Condivido, invece, le preoccupazioni espresse da molti cittadini sulla trasparenza: bisogna vigilare sulle procedure e garantire tutti i controlli sui progetti e sulle cooperative o associazioni che li metteranno in piedi. Infine rivolgo l’invito all’amministrazione comunale a far conoscere preliminarmente tutte le informazioni in proprio possesso, in modo da evitare ingiustificati allarmismi”.

Commenti

Commenti