FIRMATO IL PROTOCOLLO INERENTE LA RACCOLTA RIFIUTI MARINI AD OPERA DEI PESCATORI MOLFETTESI

unnamed

E’ stato siglato presso la Capitaneria di porto di Molfetta, un protocollo d’intesa tra l’Associazione Armatori da Pesca, l’Amministrazione Comunale, l’ASM, la Capitaneria di Porto e Legacoop Puglia – dipartimento pesca ed acquacoltura, per attuare il recupero dei rifiuti marini ad opera dei pescatori e sensibilizzare la collettività sulla problematica.

Prima di apporre la firma, i soggetti interessati hanno illustrato le finalità e le modalità del progetto.

E’ stato infatti sancito l’impegno da parte degli Enti e delle altre realtà coinvolti a realizzare gli obiettivi del progetto ML REPAIR, ossia la riduzione dell’inquinamento marino attraverso una corretta gestione dei rifiuti pescati in mare. Le imbarcazioni aderenti all’Associazione Armatori da Pesca di Molfetta, che saranno munite di appositi contenitori utili allo stoccaggio, si impegnano pertanto a recuperare e i rifiuti raccolti durante l’attività di pesca, differenziandoli, e a conferirli presso l’apposita isola ecologia messa a disposizione dal Comune nel porto di Molfetta.

Per il momento sono dieci i pescherecci coinvolti, ma presto si intende estendere il progetto a tutta la marineria molfettese.

La gestione della Marin Litter (rifiuti marini) sarà curata dell’Azienda Servizi Municipalizzati di Molfetta, mentre la Capitaneria di Porto renderà compatibili le attività progettuali con l’operatività portuale. La Legacoop collaborerà nell’attività di divulgazione del progetto e di sensibilizzazione sull’inquinamento marino.

Grande soddisfazione è stata espressa da tutti i presenti all’ incontro: il sindaco Tommaso Minervini, il Capitano di Fregata (CP) Michele Burlando, Comandante della Capitaneria di Porto, il presidente dell’ASM Vito Corrado Paparella, il direttore di Assopesca Francesco Minervini, il responsabile Legacoop Puglia – dipartimento pesca ed acquacoltura – Angelo Petruzzella.

La lodevole iniziativa rientra nell’ambito del Progetto Marine Litter REPAIR “Riduzione e Prevenzione, un approccio integrato alla gestione dei rifiuti marini nel mare Adriatico” finanziato dal FESR, Interreg Italia-Croazia. I Partner del Progetto ML-REPAIR sono: Università Ca’ Foscari Venezia; M.A.R.E. Soc. Coop.; Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale – ISPRA; Limosa Soc. Coop.; Institute of Oceanography and Fisheries Split; Rera Sd; Association for Nature, Environment and Sustainable Development.

Sono quindi state definite le modalità organizzative e funzionali di questo interessante protocollo che ha fra le finalità la salvaguardia dell’ambiente marino e la responsabilizzazione di chi opera in mare.

Ognuno ha infatti un ruolo in questa catena virtuosa che parte come sperimentazione per essere poi allargata. Per diffondere la salvaguardia del mare e dell’ ecosistema si era anche tenuta una mostra relativa proprio a temi quali rifiuti, differenziazione e raccolta che ha visto la partecipazione di diverse scuole.

Questa raccolta di rifiuti marini permetterà di catalogarli e verificare la loro provenienza individuando le zone di maggiore concentrazione.

I pescatori, con grande soddisfazione di tutti, diventano alleati e custodi del mare da cui traggono il sostentamento.

Gli stessi poi godranno di benefici ed incentivi, quindi saranno invogliati a collaborare e a farsi promotori.

Il mare quindi potrebbe grazie a loro diventare più pulito e meno inquinato con notevoli vantaggi per tutti.

Paola Copertino

Commenti

Commenti