Giovinazzo,Il Rock festival torna alle origini. Il 4,5 e 6 agosto show nell’area mercatale

Giovinazzo Rock Festival Area Mercatale

Il Giovinazzo Rock Festival ritorna nell’area mercatale. La storica location sulla litoranea ospiterà il 4,5 e 6 agosto la 19esima edizione della kermesse musicale organizzata dall’Arci Tressett. Sarà un emozionante ritorno alle origini dopo le scorse edizioni che, in varia misura, sono state organizzate nel centro storico di Giovinazzo. La notizia è stata svelata nel corso di una diretta social proprio dai volontari del festival rock pugliese i quali hanno anche annunciato le date della manifestazione che partirà sabato 4 agosto per concludersi il lunedì successivo.

In attesa di conoscere l’intera lineup dell’edizione 2018, sono stati svelati i primi nomi che suoneranno sul palco dell’area mercatale: Bytecore di Francavilla in Sinni (Pz),Elektrojezus di San Michele Salentino (Br) e La Gabbia di Bologna. Sono loro i vincitori delGrf Contest, il concorso che ha visto partecipare più di 100 band. Al termine delle quattro tappe sono infatti risultati i progetti musicali più apprezzati sia dal pubblico presente che dalla giuria tecnica selezionata dall’Arci Tressett. Il contest ha visto tra i suoi partner “Brillo Parlante” e “Ufficio” di Giovinazzo, “Officine Culturali” di Gravina, “Hastarci” di Trani e “Mat laboratori urbano” di Terlizzi.

La direzione artistica del Festival annuncia anche le prime presenze in line up, tra nomi storici del panorama rock nazionale e ospiti stranieri. Apertura affidata ai friuliani Sick Tamburo, band formata da 2 membri dei Prozac+ che ha appena pubblicato un singolo legato a una campagna benefica con 10 ospiti tra cui Jovanotti, Elisa, Lo Stato Sociale, Cosmo. Si continua il 5 giugno con Hollie Cook, reginetta in ascesa del reggae/soul made in UK, figlia d’arte di Paul, batterista dei celebri Sex Pistols. Primi ospiti annunciati per l’ultima serata i Siberia, giovane formazione new wave che sta facendo parlare molto di sè. Nei prossimi giorni saranno svelati gli altri ospiti e tutte le info su questa edizione di rilancio della popolare manifestazione.

«La musica è per noi un magnete capace di attrarre a sé e creare legami profondi tra le persone. La musica unisce, non disgiunge, la musica educa, la musica consente di conoscere se stessi e il mondo» spiegano gli organizzatori che hanno voluto dare all’edizione lo slogan”Magnetica è la musica” e proporre, oltre agli attesissimi live, percorsi di inclusione sociale e culturale rivolti a minori, famiglie, migranti, soggetti sensibili della popolazione cittadina e non solo, con la realizzazione di attività collaterali da tenersi nella fascia oraria pomeridiana, prima dell’inizio dei concerti veri e propri, con i progetti “GFR Baby” dedicato ai più piccoli e “GRF City” dedicato ai percorsi di cittadinanza attiva.

 

Commenti

Commenti