Il Barnabita padre Giovanni Peragine consacrato Vescovo a Lushnjë (Albania)

21396851_10214422600825083_1144254702_n

Si è svolto questa mattina a Lushnjë (Albania), nella Chiesa dei Santi Pietro e Paolo, l’ordinazione episcopale di padre Giovanni Peragine, Barnabita, nominato lo scorso 15 giugno da papa Francesco Vescovo titolare di Fenice e Amministratore apostolico dell’Albania meridionale. “E cercando a chi poter affidare questo compito pesante e gravoso – scrive Francesco nella Bolla di nomina -, abbiamo pensato a te, figlio diletto, che fino ad ora nella tua Congregazione e nell’attività pastorale hai compiuto accuratamente vari offici e ti distingui per salda fede, buoni costumi, saggezza, liturgia, pietà e sana dottrina”.

Padre Peragine, nato ad Altamura (BA) il 25 giugno 1965, appartiene ai Chierici Regolari di San Paolo, detti Padri Barnabiti, e dall’ottobre 1998 è stato inviato come missionario in Albania del nord presso la parrocchia di Milot. Dal 2009 e fino alla sua nomina è stato Presidente della Conferenza albanese dei superiori maggiori e dal 2012 Presidente dell’Unione delle Conferenze europee dei superiori maggiori.

“Pasce agnos meo”, ossia “Pasci i miei agnelli”, è il motto episcopale scelto dal neo Vescovo, tratto dalle parole che Gesù risorto rivolge a Simon Pietro sul Lago di Tiberiade secondo il Vangelo di Giovanni (21,15). Lo stemma episcopale richiama invece da un lato quello dei Chierici regolari di San Paolo, ossia la Croce del Calvario su tre monti d’oro, affiancata dalle lettere P e A (Paulus Apostolus), dall’altro echeggia nei colori bianco e rosso quelli della città di provenienza di mons. Peragine, Altamura, e con l’aquila nera bifronte su sfondo rosso che richiama l’Albania, ed è presente inoltre il pastorale insieme all’agnello.

A consacrare Vescovo padre Peragine sarà S.E. mons. George Frendo, Arcivescovo Metropolita di Tirana-Durazzo, insieme a S.E. mons. Hill Kabashi, Vescovo emerito della Amministrazione Apostolica del Sud dell’Albania, e a S.E. mons. Charles John Brown, Nunzio Apostolico in Albania.

Folta anche la presenza di vescovi concelebranti delle Diocesi albanesi, tra i quali S.E. mons. Angelo Massafra, Presidente della Conferenza Episcopale Albanese e Arcivescovo di Scutari, S.E. mons. Ottavio Vitale, Vescovo di Lezha, mons. Gjergj Meta, nuovo vescovo di Rreshen, S.E. mons. Cristoforo Palmieri, vescovo emerito di Rreshen e S.E. mons. Ramiro Ingles Moliner, ex Nunzio in Albania. Dal Kossovo arriveranno invece S.E. mons. Dode Gjergji, Amministratore apostolico di Prizren, e S.E. mons. Rrock Gjonlleshaj, Arcivescovo di Antivari nel Montenegro.

Dall’Italia è giunto S.E. mons. Sergio Pagano, barnabita e prefetto dell’Archivio Segreto Vaticano.

Con l’ordinazione a Vescovo di padre Giovanni Peragine si rinsalda il legame speciale tra i Barnabiti e l’Albania, che li vede da oltre 20 anni tempo impegnati nell’animazione dei giovani e dei bambini, soprattutto nel nord del “Paese delle Aquile”.

Domenica 17 settembre il neo Vescovo mons. Peragine celebrerà in Italia presso la Cattedrale di Altamura, sua Diocesi di origine, la Santa Messa di Ringraziamento per la sua nomina episcopale.

Commenti

Commenti