Il Fascino intramontabile: La grotta della Zinzulusa

54

Proprio nel centro di Castro di Lecce è possibile visitare e “perdersi” nel fiabesco posto cosi noto e frequentato quale la grotta della Zinzulusa.

 

Risultati immagini per grotta della zinzulusa

 

La Zinzulusa meta frequentata da centinaia di turisti e gente proveniente da ogni dove, fa parte delle dieci grotte più importanti al mondo; è una grotta ma al suo interno cela uno spettacolo mozzafiato dato da laghetti, formazioni calcaree di forme particolari come aquile, cascate, sentinelle ciò dovuto a fenomeni di erosione. Come una cornice le coste dirupate come a racchiudere acque limpidissime ed incantevoli insenature che sembrano scolpite a mano.

Anche il nome stesso della grotta è molto particolare unico, Secondo la lingua dialettale gli stalattiti e gli stalagmiti presenti nella grotta, creatisi per opera di fenomeni carsici, apparirebbero come stracci e da qui “zinzuli”.

La grotta è lunga 160 metri ed è costituita da tre parti.

La prima è la Conca, si tratta di  una caverna con base ellittica che si apre verso il tratto più lungo della Zinzulusa, detto Corridoio delle Meraviglie. Qui ci sono le formazioni stalattitiche e stalagmitiche che impreziosiscono le pareti e alcune, per la loro straordinaria somiglianza con alcuni oggetti, hanno dei nomi curiosi, come ad esempio, Prosciutto, Pulpito o  Spada di Damocle.

Proseguendo avanti, proprio lungo il corridoio si trova un altro laghetto, il Trabocchetto che porta al secondo tratto noto come  la Cripta o come Duomo, una caverna di dimensioni ridotte e ricca di colonne calcaree. Questa caverna è alta ben 25 metri ed è stata un tempo rifugio di centinaia di pipistrelli che l’hanno abitata per molti secoli, si termina poi con il Cocito, un piccolo bacino chiuso che si è così trasformato in un sistema ipogeo subacqueo.

Un posto inimitabile con la sua storia, il suo fascino, un posto che non poteva non esistere nella fresca ed allegra terra del Salento.

 

Commenti

Commenti