La pace dei sensi, la Foresta Urbana

Foresta-Urbana-Lecce-4

Sin da piccoli dai primi anni di scuola si sentiva parlare, come tutt’ ora, accade delle rovine della nostra città, rovine sotterranee che altro non sono se non i resti di ciò che prima di noi c’è stato ed è vissuto.

Lecce città ricca di arte e cultura custodisce un vero e proprio paradiso terreste un angolo celestiale dove tutti gli elementi  atti a conferire  caos e disordine  sono automaticamente esclusi.

La Foresta Urbana è uno scrigno di un ecosistema del tutto naturale ed incontaminato, si tratta di una cava, in origine dismessa, scoperta e valorizzata da volontari WWF che si occupano di tutto quello riguarda il recupero di questo loco che come un dono si presenta dinnanzi alla comunità tutta.

“L’ angolo di pace” lo si può trovare sulla via per San Cesario , straordinario  panorama per la vista, l’ olfatto ed i sensi tutti,  per quanto assurdo possa sembrare qui ci si trova sì nel centro della città ma paradossalmente questo “core” è riuscito a salvarsi da tutto il processo di modernizzazione ed evoluzione.

Risultati immagini per immagini foresta urbana lecce

Qui tutto si presenta come la natura ha creato e disegnato il suo progetto poi sono stati i laboriosi volontari a curare ed interessarsi della formazione ed il recupero di percorsi ed aree per laboratori ma anche spettacoli.

La Foresta Urbana è un giardino segreto molto prezioso, custodito  ben venti metri sotto il ciglio stradale, vi si accede scendendo una scala ripida, sin dall’ inizio del percorso lo sguardo  migra verso la macchia di verde  contenuta nell’ abbraccio  del bianco splendente della pietra leccese , scavata per decenni da mani operose. Nel secolo precedente molte braccia forti hanno sudato nella foresta per lasciarla a noi come un tesoro ed ancora oggi i volontari lavorato per tenerla sempre più pulita e consona ad attività ricreative intellettuali e formative, negli ultimi anni addirittura si organizzano vere visite guidate nei week-end.

La cava si è trasformata in giardino incantato nel corso degli ultimi sessant’ anni e custodiscono una biodiversità non indifferente anche se ancora la si definisce “una biodiversità parzialmente scoperta” e che si cerca di proteggere più possibile per poterla tramandare.

Amore e passione sono gli ingredienti  vincenti per coesistere con la natura e nella natura;

qui si parte dalla base sempre, il recupero, il restauro, il riciclo di tutti gli elementi ed i piccoli oggetti che una volta trovati posso ancora essere utili, ecosostenibilità, un equilibrio perfetto di tutte le forme, attenzione per la flora e la fauna.

La pace dei sensi la si trova qui, nella Foresta Urbana, staccare la spina dal tram- tram quotidiano si può e non solo con una crociera, basta perdersi qui dentro, un cuore naturale che fa bene alla mente, al corpo ed all’ umore.

Commenti

Commenti