Molfetta,L’orchestra Vincenzo Maria Valente è una realtà

received_293985281240982

Molfetta, al pari delle grandi capitali musicali, oggi ha un gruppo di solisti riuniti sotto il nome “Orchestra Vincenzo Maria Valente”, che è stata inaugurata lunedì 26 novembre scorso, nella basilica Madonna dei Martiri di Molfetta, riscuotendo un successo che non è troppo definire strepitoso.
Francesco Manara al Violino è stato l’ospite d’onore. Violinista raffinato, dal curriculum stellare (basti ricordare che è stato scelto da Riccardo Muti per ricoprire il ruolo di primo violino della migliore orchestra d’Opera del mondo, la Scala di Milano), Manara ha entusiasmato il pubblico col virtuosismo, la cantabilità e il suono del suo prezioso violino Amati del 17 ° secolo.
Il brano di apertura è stato il 5 ° Concerto Brandeburghese di Bach eseguito con eleganza e ricercata aderenza alla pagina musicale dal noto flautista romano Giulio Francesconi, che ha intrecciato un perfetto dialogo musicale con il violino concertante di Manara. Un’esecuzione di rara poesia, assai apprezzata dal numerosissimo pubblico che gremiva la Basilica.
Nella celebre e virtuosissima cadenza clavicembalistica del primo movimento, è spiccato Michele Visaggi, talento nostrano di notevole spessore, attualmente docente al conservatorio di Milano.
A supporto e corona dei tre solisti, il gruppo orchestrale, composto da giovani eccellenze (Rocco Mucciarione, Dario Palmisano, Cecilia Zonno, Miriam Campobasso, Leonardo Zonno, Antonio Locurto) affiancate ad artisti e docenti, vanto della nostra terra: il Quartetto d’archi Carabellese, Pasquale Lepore alla viola e Giovanni Rinaldi al contrabbasso.
Per la seconda parte del concerto l’organico di archi, clavicembalo e violino solista, ha dato vita ad una memorabile esecuzione delle Stagioni di Vivaldi, in cui ogni nuance dello splendido strumento di Manara ha emozionato il pubblico di addetti ai lavori e non. Dolcezza e cantabilità, virtuosismi improvvisi ed esplosivi, come fuochi d’artificio, si sono incastonati in un ensemble sicuro, ineccepibile e completamente integrato nelle intenzioni del solista. Spettacolo.
Standing ovation finale e bis del terzo movimento dell’Estate, ad una velocità…stellare
Paola Copertino

Commenti

Commenti