Prima serata del Festival di Sanremo: presentati i 24 brani in sfida. Tra gli ospiti Andrea e Matteo Bocelli

60134376-1a82-11e9-9c2a-6888d5032d88_WVSR628H6544-3351-kCBF-U11201869445365CRC-1024x576@LaStampa.it

Si apre con le classiche curiosità e interrogativi la 69^ edizione del festival di Sanremo. Quali saranno gli artisti più quotati? Le musiche più apprezzate? La prima serata è canonicamente la serata di rodaggio che prepara il pubblico a poter giudicare il successo dell’edizione sanremese 2019.

L’ormai noto trio dei conduttori (Baglioni, Bisio, Raffaele) ha finalmente dato il via alla prima attesissima serata del festival. Occhi e orecchie attente ad ascoltare e leggere i testi delle nuove canzoni che segneranno l’edizione in corso.

Ad aprire la serata Francesco Renga con il brano ” Aspetto che torni”. Dopo la vittoria del 2005, Renga si rimette in gara segue Nino D’angelo e Livio Cori con “Un’altra luce”. Terzo cantante in gara Nek con ” Mi farò trovare pronto”

In progressione, The Zen circus con “L’amore è una dittatura”, seguita dal ritorno sul palco dell’Ariston del trio lirico Il Volo con “Musica che resta”.

Prima donna in gara, look rock, a conferma della sua stravaganza, una rinnovata Loredana Bertè, che, con i versi del suo testo  “Cosa ti aspetti dentro te? Che tanto non lo sai, tanto non lo vuoi” ha conquistato la sala stampa.

Momento incisivo, quello dedicato al primo ospite dell’edizione 2019: Andrea Bocelli e del figlio Matteo Bocelli.

Standing ovation per l’esecuzione di “Il mare calmo della sera”, accompagnato da Claudio Baglioni e Carlo Bernini al pianoforte. Il successo che l’ha consacrato vincitore e che ha segnato l’inizio della sua brillante carriera nel 1994 riscuote ancora un apprezzamento notevole. ”Avete da applaudire molto” replica Bocelli per interrompere gli applausi, dimostrando ancora una volta la sua umiltà. Emozione ancora più profonda è stata quella scaturita dal duetto di Andrea con il figlio Matteo Bocelli sulle note di “Fall on me”, il singolo che ha scalato le classifiche e che inaugura il nuovo album di Bocelli “Sì”. Il simbolico scambio di giacca da padre a figlio ha segnato il cosìddetto “passaggio del testimone” con l’augurio di un’ascesa

Riprende la gara con Daniele Silvestri sulle note di “Argento vivo” e, a seguito, la presentazione del brano di Federica Carta e Shade intitolato “Senza farlo apposta”.

Dopo il successo dello scorso anno, ritorna Ultimo sul palco dell’Ariston, stavolta tra i big, con il brano “I tuoi particolari”. Secondo i pronostici dei giorni passati, Ultimo sarebbe tra i favoriti, dato l’ultimo anno ricco di successi per lui.

Ancora un ospite a calcare il palco dell’Ariston, stavolta in vesti diverse: lo showman Pierfrancesco Favino, conduttore dell’edizione 2018, è stato accolto dalla Raffaele e, di seguito, esibendosi in un mix di noti musical, interpretati con scenografie e coreografie ad hoc.

Ancora un’artista per la gara canora 2019: Paola Turci con “L’ultimo ostacolo”, seguita da Motta con “Dov’è l’Italia, amore mio? mi sono perso”, la cui esibizione è risultata poco incisiva.

Brio e ritmo incalzante per l’esibizione dei Boomdabash con il pezzo “Per un milione”, seguita da una delle icone della musica italiana: Patty Pravo. Con un look totalmente rinnovato, la Pravo si è esibita nel singolo  “Un po’ come la vita”, accompagnata dal cantante Briga.

“T’immagini se cominciassimo a volare tra le montagne e il mare, dimmi dove vorresti andare?”: sono alcuni dei versi della canzone di Simone Cristicchi, artista in gara con il brano “Abbi cura di me”.

Con la sua voce delicata e precisa e i suoi acuti indiscutibili ha emozionato tutti gli spettatori e i telespettatori: Giorgia. Terza ospite della prima serata ha incantato il pubblico con le sue ultime rivisitazioni di brani come “Una storia importante” di Ramazzotti o “Le tasche piene di sassi” di Jovanotti, nonché il duetto con Baglioni sulle note di “Come saprei”.

Scrittura innovativa e trasgressiva, in gara per la prima volta al Festival, Achille Lauro con il brano “Rolls Royce”. Per la quinta volta in gara, dopo la celebre vittoria del brano “Sincerità”, ritorna sul palco di Sanremo Arisa con il brano “Mi sento bene”, caratterizzato da acuti e

Dopo 16 anni, ritornano in gara i Negrita con il brano “I ragazzi stanno bene”.

Prosegue la lunga serata con l’attore Claudio Santamaria, ulteriore ospite della serata che si è esibito in uno sketch ironico assieme ai conduttori, basato sull’omonimia casuale che li accomuna.

Ancora un artista in gara, il 18esimo: Ghemon con la canzone “Rose viola”, seguito da Einar, reduce dalla vittoria di Sanremo giovani, che si presenta per la prima volta al festival con la canzone “Parole nuove”. Prosegue la gara con gli Ex- Otago, con il brano “Solo una canzone”, ventesimi in ordine di esibizione. La vittoria a soli 15 anni le ha spianato la strada portandola al successo: ancora una volta sull’Ariston sale Anna Tatangelo per cantare il brano “Le nostre anime di notte”.

E’ la volta di Irama con il brano “La ragazza con il cuore di latta”, un inno all’amore supportato da un coro Gospel che ha reso emozionante il brano.

Con “Nonno Hollywood” Enrico Nigiotti, già noto per la partecipazione a diversi talent, è il penultimo artista. Un brano dedicato alla sua città Livorno, ai ricordi del nonno e della sua infanzia.

Reduce dalla vittoria di Sanremo giovani, infine, l’ultimo artista in gara è Mahmood con “Soldi”: un sound alternativo e coinvolgente che sembra aver colpito gli spettatori.

In chiusura, sul palco della manifestazione, Rocco Papaleo che condurrà il DopoFestival assieme a  Melissa Greta Marchetto e Anna Foglietto.

Al termine della serata, i favoriti risultano essere Loredana Bertè, Irama, Simone Cristicchi, Renga, il Volo, Nek, Ultimo e Silvestri.

Una classifica provvisoria, aperta la gara!

 

Commenti

Commenti