PUGLIA CAKE FESTIVAL 2018. SFIDA ITALIANA VINTA PER LA TERZA VOLTA E PRONTA A SPIEGARE LE VELE

pugliacakefestival (3)

Una semplice descrizione dell’evento non sarebbe sufficiente nel rendere giustizia a quello che il Puglia Cake Festival ha saputo regalare alla città in cui ha avuto luogo – Trani- i giorni 29-30 settembre 2018. Allora mi soffermerò su colei che l’ha reso possibile: Annalisa Stillavato. Donna tenace, grintosa, guerriera, ha creduto sin dalla prima edizione in un incontro fatto di sapori, colori, energia, arte e fantasia. Senza mai supporti istituzionali, anzi, in verità, ai margini di una condivisione anche solo “emotiva” da parte della cittadinanza, ha portato avanti, egregiamente, un format unico nel suo genere che ha permesso a questo appuntamento annuale di divenire, ormai, unico punto di riferimento per professionisti e appassionati di settore in Italia riversando sui piani di Palazzo San Giorgio circa tremila presenze tramutandolo, per ben due giornate, in un inno all’immaginazione che, attraverso mani sapienti, grondanti di una perfezione quasi parossistica, ha raccontato una storia che difficilmente la memoria potrà cancellare. Demo live, show cooking, laboratori, contest…tutto ha avvolto di alone magico un momento di grande condivisione e professionalità. Quest’anno, inoltre, il Puglia Cake Festival ha lasciato dietro di sé una scia di profondità sociale. La presenza di LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori), Città dell’infanzia e ANIPI Puglia, ha conferito all’evento quel valore imprescindibile che dona messaggi di vita e speranza, riverberati attraverso un calendario 2019 in vendita a partire da novembre. Particolarmente toccante la testimonianza delle cake designer Teresa Laraia, guerriera vittoriosa dopo una battaglia contro il cancro, raccontata nel suo libro “Il diario di Teresa”, e  Anna Rosa Maggio nel suo percorso con il piccolo Gioele a cui è stata diagnosticata una leucemia. Entrambe vessilli di donne forti e pronte a vivere la vita nelle sue innumerevoli sfaccettature con un occhio sempre attento all’anima e al senso della vita stessa. Il prof. Francesco Schittulli ha colto l’occasione per parlare dei progressi straordinari della scienza e della possibilità, oggi, di stanare il nemico in tempi non sospetti giungendo alla completa guarigione. In un tripudio di effervescenza, stupore e maestria, messaggi di amore e lacrime hanno regalato quell’emozione che difficilmente le parole saranno mai in grado di tradurre. Ottimo braccio destro in questa pressante e titanica organizzazione Michele Ciniero con la sua Doc Media Comunicazione e Marketing, nonché Presidente Provinvciale LILT BAT. Special guest del festival, Renato Ardovino, che con la sua carica di energia e simpatia ha donato un tocco di entusiasmo e vivacità, palpabile soprattutto tra i bambini che hanno preso parte ai lab e che l’hanno inondato di affetto e allegria. L’evento, in apertura con la madrina Francesca Rodolfo del Tg Norba, il Presidente di Città dell’Infanzia dott. Vincenzo Dibari insieme al ginecologo-ostetrico – redattore di cittadellinfanzia.it, dr. Carlo Avantario, sempre particolarmente attento alle iniziative di stampo sociale, e dott.ssa Ivana D’Agostino , assessore alle attività produttive e commercio, si è concluso con innumerevoli premiazioni per i pasticceri che hanno preso parte ai diversi contest, provenienti da varie parti d’Italia, offrendo la loro straordinaria professionalità, mettendosi in gioco e appuntando sul petto del Puglia Cake Festival una medaglia ad honorem per il profondo valore culturale, artistico, sociale regalato a tutti coloro che hanno avuto la fortuna di prendervi parte.  La direttrice artistica, Annalisa Stillavato, vincitrice nel 2017 del premio “Eccellenza Donna”, pensa già ad una nuova edizione da esportare geograficamente per rendere giustizia a un messaggio di valore che sia virale e incisivo più che mai. Al prossimo incontro con la magia.

 

Commenti

Commenti