Salento,Tra sogno e realtà ed è gia Poesia

images

Perla della Puglia conosciuta per tutte le sue note dolci e piccanti al contempo, terra allegra e affascinante è il Salento che conserva e cela misteriosamente tra le sue insenature patrimoni e spettacoli naturali mozzafiato. Magia e stupore sono le prime sensazioni che pervadono gli animi e la vista dei visitatori che possano essere, questi, turisti estasiati dalla meraviglia di panorami mai immaginati nelle diverse realtà che quotidianamente si impongono dinnanzi, ma anche  dei locali che ancora oggi, magari dopo anni, riescono a divertirsi e vivere in uno status di eterna puerilità perchè sopraffatti dallo spirito di libertà e gioia cogliendo il meglio  delle marine salentine.

Una meta estremamente scelta ed ambita in Salento per trascorrere la stagione estiva o anche solo qualche ora in pace ed a contatto con il mare è proprio Torre dell’ Orso meta affollata per la sua bellezza naturale, fascino sorprendente e mai scontato, posto scenico ideale per un periodo li relax e di divertimento.

Come un susseguirsi di emozioni che tolgono il fiato e senza rendersene conto lasciano senza parole ci si ritrova poco più avanti, come se si volgesse lo sguardo su una fetta ancora più golosa di una torta, la grotta della Poesia, nota e tanto ambita, si trova a Roca di Melendugno, conosciuta per il suo inestimabile fascino, la sua bellezza spettacolare e le fragilità che nasconde come sito archeologico.

La Poesia  è riconosciuta tra le più belle 10 piscine naturali al mondo.

La grotta della Poesia è innanzitutto una grotta interessata da un complesso sistema carsico lungo la costa adriatica  che nel tempo ha segnato e disegnato l’ assetto attuale di questa e che comunque è in continua evoluzione. La grotta a seguito di attività carsiche risulta priva di tetto. All’ interno della grotta sono state rinvenute iscrizioni che risalgono al II millennio a. C. ed all’ età romana: due doline da crollo corrispondenti alla Grotta della Poesia Grande, e a quella della Poesia Piccola, si aprono nei pressi della falesia calcarenitica e dimostrano appunto un ampio complesso di cavità  e gallerie carsiche. infatti le grotte sono due, la Poesia grande e la piccola, quest’ ultima molto più selvaggia.

La prima è uno specchio d’acqua cristallina caratterizzata da colori cangianti, che vanno dal blu al verde smeraldo. Qui il mare regala suggestioni uniche, come per esempio il “respiro”delle onde che si infrangono sugli scogli.

Una piscina naturale che attrae e richiama fenomeni di massa di turisti, è uno dei panorami più affascinanti d’ Italia scelto e confermato quindi a livello nazionale come rappresentazione di un elevata ricchezza paesaggistica e naturale.

La grotta della poesia risulta quindi un sito ottimo ed adeguato per diverse richieste, e per tutte quelle famiglie alla ricerca di relax e comfort ma anche per tutti coloro alla ricerca di puro svago e divertimento.

Dagli scogli qui vi varca la soglia della libertà, qui tutti i giovani assaporano il divertimento, tuffi e spensieratezza su una scogliera che sostiene questa meraviglia che è La Poesia.

Questo luogo romantico è circondato da miti e leggende: i mito è legato al nome di questa grotta.

La leggenda, infatti, narra di una principessa che amava fare il bagno nelle acque della grotta;

la sua bellezza era talmente tanta che ben presto tutti i poeti dell’Italia meridionale si recarono in quella grotta per comporre versi e sonetti ispirati proprio dalla sua bellezza.

La grotta dista circa 25 Km da Lecce.

Questo posto incantevole lo si può raggiungere in auto in circa 30 minuti percorrendo le strade privinciali 1,145 in direzione Roca Vecchia.

 

 

Commenti

Commenti