Sanremo, Conferenza stampa d’apertura della 69^ edizione del Festival

51225936_2733711203521487_3434216546635874304_n

Le luci dei riflettori stanno per accendersi sul palco più temuto d’Italia: l’Ariston. Ancora un giorno prima dell’inizio del festival della canzone italiana. Questa mattina, 4 Febbraio, durante la conferenza d’apertura sono state esposte le prime news e ricalcati ruoli, nuovi o confermati, necessari per l’ottimo esito del festival.

Sold out già per quest’anno nelle strutture alberghiere e per le case in affitto, segno di un festival più che partecipato e seguito già dall’inizio.

12 telecamere, 8 di cui speciali, spider cam e innumerevoli operatori specializzati daranno vita allo show che arricchirà tutta la settimana del festival

La parte introduttiva del festival dei record, in diretta su Rai 1, è stata presentata da Teresa Desantis, nelle vesti di nuovo Direttore di Rai 1, che si è presentata alla stampa dicendo: “Ho questo onore di poter guidare la Rai e mi ritrovo appena all’inizio a dover gestire questa macchina importante, quale Sanremo”. Ritengo che il festival sia strategico, perché ci sono aziende che chiedono si essere seguite per la grande visibilità. Non ci sono mai stati screzi fra me e Baglioni, come è stato detto, ma c’è una eterna amicizia e rispetto. Questa edizione ha una grande complessità nei temi dei testi che saranno affrontati: che sia questo il punto di arrivo di mille stimoli per questo paese che può dare ancora tanto”.

Claudio Fasulo, vicedirettore Rai, ha sostenuto: “In 5 giorni il festival produce 40 ore di televisione, ospiterà 263 artisti tra cantanti, performers e ospiti, un’orchestra di 55 elementi: è un’azienda collaudata. Faremo anche collegamenti con il Sana Tecla per raccontare cosa avviene anche nel post festival, ma anche per

Nomi importanti per la giuria d’onore che venerdì 8 Febbraio presenzierà la gara. Quest’anno sarà Mauro Pagani il presidente, affiancato da Ferzan Ozpetek, Camila Raznovich, Claudia Pandolfi, Elena Sofia Ricci,Serena Dandini e Bastianich.

“Errare è umano, perseverare è artistico” ha esordito il direttore artistico Claudio Baglioni, al timone del festival per il secondo anno consecutivo. L’armonia per un musicista  è fondamentale. – continua – Sono il sacrestano del festival, che sia una messa ma deve essere cantata!”. A fare da spalla a Baglioni, i co-conduttori Claudio Bisio e Virginia Raffaele che si mostrano emozionati ma al contempo fieri e orgogliosi di essere alla conduzione di una vetrina così importante per l’Italia.

 

 

Commenti

Commenti