Terza serata per il festival di Sanremo. Il duetto Tozzi – Raf rapisce l’Ariston

riviera24-note-d-arte-mostra-al-teatro-ariston-443421.660x368

Si apre con la performance di Baglioni la terza serata del 69° festival di Sanremo, seguita  dall’ingresso degli altri due conduttori Virginia Raffaele e Claudio Bisio che, sotto forma di sketch ironico spiegano le modalità di televoto.

Il primo artista in gara è Mahmood con la sua “Soldi” che ritmicamente accompagnata dal battito di mani riscuote successo in sala stampa. A seguire, il cantante Nigiotti con il brano “Nonno Hollywood”, dal suono melodico  e dal racconto nostalgico.

Una splendida Virginia Raffaele ha catturato il pubblico nelle vesti di grammofono, mostrando la sua dote naturale e perfetta da imitatrice. Ma il momento atteso e di maggiore emozione è stato l’ingresso di Antonello Venditti. Il cantautore simbolo della musica italiana si è esibito il suo primo successo sanremese “Sotto il segno dei pesci” e dopo, in duetto con Baglioni, il celebre brano “Notte prima degli esami”. Un momento più che coinvolgente, condiviso dal pubblico che ha cantato e applaudito senza sosta assieme a Venditti.

Riprende la gara con la bella Anna Tatangelo, che si ripresenta dopo 16 anni al festival con la sua canzone “Le nostre anime di notte”. Nelle sere precedenti il singolo è stato collocato, secondo il televoto, nella fascia rossa, quindi a rischio eliminazione.

Ancora Ultimo con la sua “I tuoi particolari”. Il vincitore dell’edizione Sanremo giovani 2018 si ripresenta con un pezzo dal sound melodioso e dal testo attento ai dettagli e profondo, alla ricerca, appunto, di un particolare.

Francesco Renga sulle note di ” Aspetto che torni” narra l’attesa, il sentimento che continua nel tempo. “Io ci sarò comunque vada” recita Irama accompagnato da uno splendido coro Gospel, vera e propria novità di questa edizione.

Presentata da Bisio come “La regina del Pop” , fa il suo ingresso Alessandra Amoroso che celebra i suoi primi 10 anni di carriera con il nuovo singolo “Dalla tua parte”. A seguire un toccante duetto tra la Amoroso e Baglioni sulle note di “Io che non vivo” , una canzone intramontabile che emoziona ancora.

Ironia, carisma ed empatia hanno caratterizzato il duetto tra l’ospite Ornella Vanoni e la sua imitatrice d’eccellenza, la Raffele. Lo scambio di personalità è sfociato nel duetto canoro sulle di “La gente a me”. L’ilarità della Vanoni è stata travolgente, nello specifico la signora della canzone italiana ha ironicamente sottolineato la sua partecipazione alla serata gratuitamente, dicendo alla Rai: “Che non diventi un’abitudine”.

Prosegue la gara con l’innovativa sinergia di Patty Pravo e Briga che cantano “Un po’ come la vita” ed, in seguito, un Simone Cristicchi del tutto nuovo in questa edizione.

Ritmo travolgente per i Boomdabash che ripropongono il loro singolo “Per un milione”, apprezzato fin da subito e riconfermato anche per la terza sera.

Icone storiche del mondo della musica, Raf e Umberto Tozzi calcano il palco dell’Ariston cantando successi importanti, quali “Gente di mare” “Il battito animale”, “Ti pretendo”, “Tu” e “Gloria”. Le voci dei cantanti e della sala stampa erano all’unisono: assieme al pubblico e alla sala stampa “Lucio Dalla”, i cantanti hanno intonato i singoli che hanno segnato la storia della canzone italiana.

La kermesse sanremese continua con l’esibizione di Motta in “Dov’è l’Italia” e i The Zen Circus con “L’amore  è una dittatura”.

Momento “quasi” politico si potrebbe definire lo spazio che ha visto protagonista il comico Paolo Cevoli, che assieme a Bisio (ricalcando i tempi di Zelig) si esibiscono in uno sketch ironico.

Ultimi artisti in gara Nino D’angelo e Livio Cori che si sono esibiti nella loro canzone “Un’altra luce”.

L’ultima parte della serata ha visto susseguirsi gli ultimi ospiti: da Rovazzi, che ha fatto ballare tutti con le sue canzoni, a Serena Rossi che ha commosso il pubblico cantando lo splendido singolo “Almeno tu nell’universo”.

Al termine delle esibizioni, le tre fasce che classificano gli artisti hanno presentato novità rispetto agli scorsi giorni. Nella zona blu: Cristicchi, Irama, Ultimo, Mahmood; nella zona gialla: Motta, Renga, Nigiotti, Zen circus; in quella rossa: Nino D’angelo e Cori, Boomdabash,Briga e Patty Pravo, Tatangelo.

 

Commenti

Commenti