TRANI, LA MARATONA DI JUDO E LOTTA CHE INCANTA E SPRONA GRANDI E PICCINI

judo-2018 (5)Sport, sport, tanto, incredibile e coinvolgente sport.  Dal 4 agosto Piazza Plebiscito, nella città di Trani, è divenuta, ancora una volta, dopo ben 11 edizioni, il nucleo vincente di un blocco spazio-temporale che, nonostante un quadro fatiscente nei valori e nell’ideologia collettiva, diviene esempio di educazione, rispetto, disciplina, sacrificio, fermezza, amore e obiettivi comuni. Temerari e instancabili, nonostante il caldo pressante, con un tasso di umidità che farebbe impallidire anche i più fedeli ammiratori dell’estate, questi incredibili atleti della Apd Judo Trani, guidati da un papà-judoka esemplare, Nicola Loprieno, ormai leggenda in questa forma di intrattenimento e per i plurimi titoli conquistati nei campionati nazionali e internazionali attraverso i suoi allievi, hanno sostato giorno e notte con il loro irrinunciabile tatami, coinvolgendo bambini di tutte le età e famiglie in sano e puro divertimento all’insegna del benessere psico-fisico. La maratona sportiva, che oggi, 13 agosto,  si chiude ufficialmente con un “tutti sul tatami” dalle ore 18,00, vuole divenire un grido esemplare che funga da riverbero su ciò che lo sport può insegnare.  “Non importa quale sport si voglia praticare ma, genitori, fate praticare sport ai vostri figli! Cresceranno nel pieno rispetto delle regole e in quei valori, ormai sbiaditi,  che sono i perni fondamentali dell’uomo” – afferma con tono coinvolgente il tecnico sportivo Nicola Loprieno, durante la manifestazione di chiusura della maratona. Salti, capriole, lotta, gioco… tutto diviene il racconto di quell’impegno che, ogni giorno, riesce ad andare ben oltre le parole. Un lavoro portato avanti con profondo amore e convinzione, sapendo che ciò che conta, nella vita, è lasciare un segno del nostro passaggio e far sì che quel segno divenga la giusta eredità da consegnare. Siamo noi a deciderne la “sostanza”. Un plauso a quelle famiglie che ogni anno supportano, con convinzione, questa iniziativa, divenendo la forza inespugnabile di questo messaggio di vita.

Si smonta il tatami e si rimonta a porte chiuse per ricominciare una nuova, incredibile stagione sportiva intrisa di senso ed educazione all’identità del domani.

Uno squarcio controcorrente sulla bellezza e sulla verità.

Commenti

Commenti

Nessun Commento