Vico del Gargano,Mercatino di Terrarancia le eccellenze del territorio.





terrarancia2020

Gastronomia, artigianato e associazioni di promozione sociale saranno protagonisti in Piazza Castello, piazza Fuoriporta e corso Umberto durante la tre giorni di festa che si celebra ogni anno nel paese dell’amore in occasione del santo patrono: San Valentino.

In mostra prodotti a base di arance, oggetti costruiti da mani sapienti, tradizioni che si tramandano di generazione in generazione, per valorizzare saperi e sapori che caratterizzano la storia, la cultura e l’economia della cittadina annoverata tra i Borghi più Belli d’Italia.

Immancabili gli agrumi, il cui protettore è San Valentino, che nei giorni della festa vengono utilizzati per decorare l’intero centro storico di origine medievale.

Gli agrumi saranno protagonisti anche nel Mercatino di Terrarancia con il Consorzio di tutela dell’Arancia del Gargano IGP e del Limone del Gargano IGP. Si potranno degustare liquori a base di agrumi o con foglie di olivo e bucce di Limone del Gargano dell’azienda Essenza Garganica di Rocco Afferrante, lavorati in maniera artigianale seguendo antiche ricette o i prodotti dell’azienda agricola Fausta Munno che utilizza materie prime del posto, tra cui l’arancia bionda, il limone femminello e il melangolo (arancia amara).

Durante la tre giorni sarà possibile degustare prodotti di nicchia dell’enogastronomia pugliese. Le conserve artigianali di pomodori e datterini di Agricola Turco, dai profumi inconfondibili che riportano alla memoria i momenti della produzione fatta in casa dalle madri e dalle nonne. L’olio extravergine di oliva, le conserve, le farine e la pasta artigianale di Mio padre è un albero, la cui storia è fatta di radici profonde e di una straordinaria eredità, tramandata di generazione in generazione e raccolta da Lidia Antonacci che l’ha reinterpretata con uno sguardo attento al futuro. L’olio e le conserve da agricoltura biologica di Bioricci, azienda che valorizza le varietà autoctone rispettando la terra, la storia e la cultura del territorio. L’olio, i sottoli e i condimenti di Cinzia Olearia, azienda in cui Cinzia e Federica – madre e figlia – portano avanti il progetto tramandato dai nonni materni. Ancora l’olio extravergine di oliva Cherie dell’azienda agricola Fiorentino Nicola, che è la naturale evoluzione della tradizione dei maestri oleari di famiglia. E poi la salicornia, detta anche asparago di mare, di Daunia e Tradizione. Non mancheranno i saluti tipici del Gargano (tra cui la famosa Muscisca) lavorati in maniera artigianale da Salcuno; gli insaccati di Flora Norcineria e i prodotti caseari del Caseificio della Daunia. E ancora diverse qualità di miele e prodotti apistici di Apicoltura Salentina. Al Mercatino di Terrarancia si potranno assaporare i panini di Barbacar, accompagnati dai vini biologici Caiaffa – cantina con sede a Cerignola – o alle birre artigianali Ebers, fatte con materie prime legate al territorio come il grano duro Senatore Cappelli e le scorze d’arancia I.G.P. del Gargano. Ci saranno anche i prodotti dermocosmetici a base di aloe vera di Aloe Vera Casciaro.

Diversi e originali i manufatti degli artigiani che contribuiranno a rendere ancor più caratteristico il Mercatino di Terrarancia. Gli oggetti in legno di Legno Selvaggio, segheria di Vico del Gargano che recupera e valorizza il legno locale; i centrini e i ricami di Le creazioni di Adriana; l’artigianato artistico di Maria Luigia Cirillo; pannolenci e stoffe di Fiorando; ricami e lavori punto croce di Punti e Spunti; cuscini, borse, sciarpe e tessili per la casa realizzati da Marilena Chinni – Sogni di stoffa con lenzuola vecchie tessute a telaio in puro lino, cotone e canapa; stoffe lavorate di Maria Pilla Artigianato; bijoux, libri/sculture e gessetti profumati realizzati da Anna Maria Perdonò dell’associazione sociale e culturale Creare con stile che promuove l’artigianato artistico e le arti manuali; i gioielli e gli oggetti in rame, ottone, legni di mare di Tommart. E per la prima volta a Vico del Gargano arriverà la ricetta iPez: due foggiane, mescolate a tessuti vivaci e fantasiosi, con grafiche inedite. Federica Tonti e Giulia Ricciardi, laureate all’Accademia di Belle Arti di Foggia, recuperano stoffe al mercato delle pezze per realizzare oggetti particolari – come taccuini, tovagliette, shopper, segnalibri e tanto altro – sui quali sono riportate frasi tipiche foggiane.

L’inaugurazione ufficiale del Mercatino di Terrarancia si terrà venerdì 14 febbraio alle ore 10.00 su Corso Umberto in presenza del Sindaco di Vico del Gargano Michele Sementino, dell’intera amministrazione comunale e dell’ideatrice di Terrarancia Ester Fracasso.

La terza edizione della manifestazione è promossa dal Comune di Vico del Gargano, in collaborazione con Di terra di mare, RedHot e Asernet, con il patrocinio di Regione Puglia, Provincia di Foggia, Parco Nazionale del Gargano, Patroni di Puglia e Città dell’Olio.

Commenti

Commenti


Condividi