Trani, “SCIENZA E FEDE INDISSOLUBILI”. IL MESSAGGIO DI SPERANZA DI ANTONELLA LUBERTI

Antonella-Luberti

Città dell’Infanzia e Croce Bianca presentano, a Trani, il 12 ottobre – alle 19.00,  la testimonianza più straordinaria di “Fede e Scienza indissolubili”.

Un matrimonio felice, una vita sociale appagante, una condizione agiata e serena… poi, ad un certo punto, il sospetto che si insinua, fino alla diagnosi di una malattia grave. L’autrice testimonia come sia possibile non perdere mai la speranza, ma anzi lottare serenamente, aggrappandosi alla fede come fonte di forza giorno dopo giorno… fino alla guarigione!

Antonella Luberti è nata nel 1966 a Roma, dove vive con il marito Vittorio Gennaro. Dopo aver lavorato per molti anni come modella e scenografa nel mondo dello spettacolo e come architetto d’interni in tutto il mondo, nel 2004 scopre la Misericordia in un momento difficile della vita e rinasce spiritualmente. Da questa conversione sono nati tra l’altro i DVD “Gli Apostoli della MIA Misericordia” e “Non abbiate paura! Il Cuore di Maria Trionfa”. Impegnata a parlare di Gesù Misericordioso, è spesso ospite in importanti trasmissioni televisive e durante il Giubileo della Misericordia ha condotto quotidianamente su Telepace “Il Diario di S. Faustina”. Non rinuncia al suo essere donna “normale” elegante, vivendo la mondanità come modo per poter evangelizzare.

Ideatrice di “Di corsa verso Gesù… con Maria” – Insieme in marcia – Antonella Luberti, dopo aver sconfitto la malattia, ha voluto attivamente e in prima persona, dedicarsi al supporto di quelle donne che – come lei – hanno affrontato o stanno affrontando il suo stesso percorso. Il 20 ottobre a Roma, infatti, si marcerà “in rosa” per regalare al Policlinico Agostino Gemelli di Roma, al Prof. Giovanni Scambia, referente scientifico del progetto come direttore del  Polo Scienze Salute della Donna e del Bambino Ginecologia – Oncologia Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli in Roma Università Cattolica del Sacro Cuore, un nuovo Dignicap, casco salvacaduta dei capelli durante la chemioterapia.

“L’iniziativa – afferma Antonella – vuole donare una ‘coccola’ alle donne ancora in cura.  Il progetto vuole unire medicina e fede. Per chi crede, infatti, la Scienza e la Grazia sono indissolubili nella guarigione del corpo, da raggiungere anche grazie, ad una serenità della mente. A partire infatti dalla ricerca scientifica – pilastro fondamentale imprescindibile nella cura del tumore – di cui promuoviamo il costante aggiornamento, ci facciamo portavoce della fede in Dio, poiché la malattia affrontata con la Fede, si trasforma in Speranza. Con la preghiera e i Sacramenti, sarà più leggero il “giogo” del dolore fisico e psicologico, lottando verso la guarigione. Aggrappate a Maria Santissima, Donna e Madre, non sarà possibile sentirsi sole, ma consolate da Lei, Donna di Fede e di Speranza”.

Appuntamento il 12 ottobre per viaggiare attraverso le parole di “Non affannatevi, dunque, per il domani. A ciascun giorno basta la sua pena”, entrando nel profondo di un animo che sta per raccontare il miracolo della vita…

 

 

 

Commenti

Commenti